Archive for novembre, 2012

“Tutto il potere ai segni”: le nuove dominazioni monopolistiche

giovedì, novembre 29th, 2012

canvascity“La smaterializzazione si applica non all’acqua minerale in quanto oggetto economico, prodotto. Ciò che si sta determinando con tali oggetti è che la ragione fondamentale per cui vengono comprati, e dunque il loro valore, risiede sempre meno nelle loro caratteristiche d’uso, e cioè quelle determinate dalla loro costituzione materiale, e sempre più nei valori simbolici di cui, attraverso appositi e potenti processi, essi vengono caricati e che poco o nulla hanno a che fare con la loro costituzione materiale.” (altro…)

Orientamento – Allegoria di naufragi

lunedì, novembre 19th, 2012

Naufragio. Se un’immagine attuale può assurgere (ed è assurta) a simbolo della situazione dell’Italia odierna, questa è il quadro offerto da una gigantesca e lussuosa nave accasciata sul fianco e a metà sommersa dalle acque. Tale associazione è stata subito fatta, anche perché la storia di questo assurdo naufragio si presta facilmente alla costruzione di tutta una serie di analogie che articolano la pregnanza simbolica dell’accaduto, quasi come fosse un’allegoria. (altro…)

Uragano Sandy

domenica, novembre 11th, 2012


Previsto con largo anticipo, come ormai di consueto accade per questo tipo di eventi, tra lunedi 29 ottobre e martedi 30 l’uragano Sandy si abbatte su New York con una forza del tutto inaspettata. Classificato da esperti di categoria 1 secondo la scala di Saffir-Simpson che corrisponde a un evento con un impatto minimo, l’uragano si sarebbe dovuto limitare a danni su barche, strutture mobili, tetti e circoscrivibile a effetti di inondazione nelle zone costiere e una velocità del vento di 119-153 km/h. I dati pubblicati dal National Hurricane confermano le previsioni; quello che però sorprende è invece la forza distruttiva osservata, ben più forte di quella attesa, che ha lasciato tutti sbalorditi.
Gli esperti stanno provando in ogni modo a trovare delle spiegazioni plausibili come l’incontro di correnti fredde polari, tempeste ed altri uragani che hanno amplificato, a pari velocità, la forza di impatto. La presenza della luna piena avrebbe influito anche sulla marea incidendo sull’effetto complessivo.
La paura e la distruzione viste nei media hanno riacceso il dibattito sui cambiamenti climatici e sulla loro influenza sugli eventi naturali. Ad oggi gli esperti non sanno rispondere in maniera univoca a riguardo delle cause dell’entità dell’effetto: Kevin Trenberth definisce Sandy “un fenomeno ibrido frutto del caso”. (altro…)


facebook like