Archive for marzo, 2013

Kakonomia: il modello della bassa qualità di Gambetta-Origgi quale carattere dominante dell’accademia

martedì, marzo 19th, 2013

©monkey3

“Tu mi fai una promessa che sai di non poter mantenere, Io faccio finta di crederti sapendo in fondo che non manterrai la tua promessa, ma che proprio per questo non chiederai neppure a me di mantenere i patti. Diciamo che ci troviamo alle dieci in piazza. Io so che tu sei sempre in ritardo, e fa comodo anche a me uscire un po’ più tardi e ci troviamo alle dieci e un quarto senza che nessuno si lamenti di questa mancanza di puntualità. Oppure, sono tre mesi che l’idraulico deve ripassare a casa per finire la riparazione e non si fa mai trovare, però io non l’ho ancora pagato, quindi meglio così, e nessuno dei due si lamenta. Questi scambi al ribasso, per cui io non faccio quel che ho detto di fare a patto che non faccia quel che hai detto che farai, sono forme di mutua connivenza molto robuste, che creano vere e proprie allenze e strane forme di cooperazione a lungo termine. Io non pago le tasse a patto che tu governi da schifo, così andiamo avanti insieme, siamo complici nel mantenere uno status quo che fa comodo a tutti e due.” (Gloria Origgi, Elezioni 2013, la kakonomia degli elettori italiani, in “ilFattoQuotidiano.it” del 27 febbraio 2013). (altro…)

Gli oceani di plastica

domenica, marzo 10th, 2013

©plastic
E’ il 1997 quando Charles Moore, veleggiando con il suo catamarano, si imbatte in un vero e proprio mare di rifiuti galleggianti nel bel mezzo dell’oceano, un’immensa massa di plastica che, da lì a breve, prenderà il nome di Great Pacific Garbage Patch. Inizia in questo modo fortuito una ricerca approfondita che coinvolge l’Algila Marine Research Foundation e le accademie scientifiche del mondo intero per mappare questa incredibile zuppa di plastica e comprenderne l’entità e l’impatto ambientale. Questa isola fluttuante è composta da rifiuti plastici in parte integri ma in parte ridotti a zuppa (da qui il nome), che per l’azione congiunta dei raggi uv e dei processi chimici si riducono in strutture sempre più ridotte fino a diventare molecole sintetiche disperse nell’oceano. Così facendo questi elementi diventano parte integrante della catena alimentare marina intossicando e sterminando un numero sempre più consistente di pesci.
L’oceano di plastica composto da rifiuti di dimensioni diverse, a partire da imballaggi fino ad arrivare a molecole di polimero, rappresenta una minaccia per l’intero mondo animale perchè se queste sostanze vengono inalate oppure entrano in contatto con l’uomo possono determinare gravi patologie. E’ necessario quindi intervenire per fermare questo disastro ecologico senza precedenti. (altro…)

La Resistenza in contesto: la complessa storia del movimento di liberazione armata dell’Italia dall’occupazione nazi-fascista

venerdì, marzo 1st, 2013

©paintings“Senza la resistenza armata, probabilmente, avremmo avuto un’Italia monarchica, e non sarebbe stata scritta una costituzione profondamente innovativa sul piano della giustizia sociale. E quindi è la resistenza armata che si sviluppa entro i confini nazionali ad avere un’immediata influenza sulle vicende politico-sociali del paese. È l’organizzazione di un esercito volontario che combatte a fianco degli Alleati l’indispensabile strumento che fornisce autorevolezza e credibilità ai partiti antifascisti. Una resistenza politica senza la creazione di un esercito partigiano sarebbe stata priva di ogni capacità contrattuale.” (altro…)


facebook like