Archive for aprile, 2013

La clessidra della vita

lunedì, aprile 29th, 2013

marcia

Rita Levi-Montalcini è stata una delle figure più significative della storia contemporanea italiana. Le sue conoscenze, le sue idee e i suoi interventi in favore dei bisognosi hanno rappresentato un esempio per molti, che resta vivo ancora oggi, anche dopo la sua recente morte. Appartenente ad una facoltosa famiglia di Ebrei torinesi, la Montalcini si laurea in medicina nel 1936, due anni prima della promulgazione delle Leggi razziali contro i cittadini italiani di religione israelita. Dopo la Guerra, scampata fortunosamente alle retate dei nazifascisti, si trasferisce negli Stati Uniti, dove prosegue gli studi sul sistema nervoso e dove, nel 1952, identifica il cosiddetto fattore di crescita delle cellule nervose: questa scoperta le frutterà il Premio Nobel per la medicina nel 1986. (altro…)

A third industrial revolution

domenica, aprile 21st, 2013

©disintegration
La prima rivoluzione industriale, che ebbe il suo inizio in Gran Bretagna alla fine del XVIII secolo per la necessità di meccanizzare la produzione di materiale tessile, attività in precedenza eseguita esclusivamente a mano, diede vita alle prime aggregazioni produttive con la nascita di cotonifici come unione di centinaia di case tessitrici, facendo così nascere le prime fabbriche. La seconda rivoluzione, avvenuta nel XX secolo per merito di Henry Ford, nacque dall’esigenza di costruire catene di montaggio per la produzione di massa e diede un’ulteriore definitiva spinta all’urbanizzazione e alla nascita di una vera classe imprenditoriale. Ora è in atto la terza rivoluzione industriale che provoca un’ulteriore profonda trasformazione del sistema produttivo: è giunta infatti l’era digitale. Il cambiamento è in corso e coinvolge non solo il modello produttivo, ma implica una vera e propria ristruttuazione delle aziende in termini organizzativi e produttivi. Il prodotto viene completamente riprogettato sostituendo gran parte delle parti da assemblare con un prodotto unico a forma complessa generato tridimensionalmente con l’ausilio del computer e stampa in 3D. La stampante 3D diventa così l’elemento cruciale, trait d’union tra il progetto digitale e il prodotto reale: tutto diventa fattibile nel garage di casa. Per ora esclusiva di pochi laboratori nel mondo, la macchina 3D è già applicata per produrre apparecchi acustici, cioè elementi ad alto contenuto tecnologico. L’acciaio sarà in gran parte sostituito da fibre in carbonio. Il ricorso alle nanotecnologie apre il campo ad una miriade di applicazioni: l’unico vero limite sembra essere la fantasia. (altro…)

La violenza contro le donne e l’emancipazione dell’Italia

martedì, aprile 9th, 2013

intercultura

“Nei confronti delle donne c’è in Italia una violenza endemica così diffusa e così importante nei numeri che scavalca il confine delle case, delle singole storie di coppie, per diventare un tratto della nostra cultura. Non un episodio, non l’epilogo estremo di una storia personale, bensì un segno di arretratezza, non solo culturale, ma persino antropologica, che attraversa una parte grande del paese e con cui dobbiamo fare i conti: l’Italia, molto brutalmente, è il paese dove il 30 per cento delle donne ha subito violenza, e i numeri si declinano in milioni.” (altro…)


facebook like