Archivio per la Categoria ‘Comunicazione ed informazione’

“Tutto il potere ai segni”: le nuove dominazioni monopolistiche

giovedì, novembre 29th, 2012

canvascity“La smaterializzazione si applica non all’acqua minerale in quanto oggetto economico, prodotto. Ciò che si sta determinando con tali oggetti è che la ragione fondamentale per cui vengono comprati, e dunque il loro valore, risiede sempre meno nelle loro caratteristiche d’uso, e cioè quelle determinate dalla loro costituzione materiale, e sempre più nei valori simbolici di cui, attraverso appositi e potenti processi, essi vengono caricati e che poco o nulla hanno a che fare con la loro costituzione materiale.” (altro…)

Pubblicità e retorica: elementi di analisi per una critica ideologica

martedì, ottobre 9th, 2012

©lips

“La pubblicità è un mezzo per promuovere qualcosa o qualcuno, lodandone i pregi, sorvolando sui difetti e biasimando, più o meno apertamente la concorrenza. Come tale essa fa parte del genere epidittico [cioè elogiativo]”. “La pubblicità, dunque, come l’arte contemporanea, ha imparato ad abitare le forme culturali e sociali e a farle proprie. In questo modo essa funziona come agente attivo e non come semplice messa in scena, il messaggio diventa un oggetto dialettico che il fruitore deve sapere abilmente riconoscere e far funzionare. Questo atteggiamento contraddice una comunicazione e una cultura passiva, generando molteplici riutilizzi.” (altro…)

Facebook per tutti

mercoledì, aprile 11th, 2012

©behind_f
28 ottobre 2003: un diciannovenne di Havard dal nome Mark Zuckerberg dà vita a Facemash. Il sito conteneva l’archivio fotografico universitario, scaricato illegalmente, con la possibilità di votare le ragazze più carine; il sito generò 22 mila visualizzazioni e 450 visitatori in solo poche ore. Ha inizio in questo modo un fenomeno imprevedibile che prima diede vita Thefacebook e poi finalmente, nell’agosto del 2005, a Facebook. I numeri di questo social network sono impressionanti: 842 milioni di utenti, di cui più dell’80% sono fuori gli USA e Canada; 483 milioni gli accessi giornalieri e 423 milioni di users attraverso prodotti mobile; disponibile in più di 70 lingue. Con queste cifre è senza dubbio il social network per eccellenza: un luogo aperto per condividere con tutti, ciò che stai facendo e pensando. (altro…)

LinkedIn

lunedì, marzo 19th, 2012

©binder
Marzo 1973: Mark Granovetter pubblicava sull’ “American Journal of Sociology” l’articolo dal titolo “The Strenght of weak ties” (la forza dei legami deboli), studiando così con largo anticipo le dinamiche delle relazioni sociali che governano il mondo dei social network. Le relazioni umane si possono dividere principalmente in forti e deboli: le prime che interessano familiari e amici intimi, mentre le seconde conoscenti, colleghi e persone con cui si entra in contatto sulla base di interazioni sporadiche. Lo studio di Granovetter metteva così in luce quanto quest’ultime fossero fondamentali ai fini lavorativi e di carriera potenziando le possibilità e le occasioni di fare affari.
Su questo principio fa leva LinkedIn che permette di creare una rete relazionale di professionisti dove condividere obiettivi, interessi di lavoro e trovare esperti e risposte alle proprie problematiche professionali. LinkedIn non ha dinamiche di diffusione paragonabili a Facebook oppure Twitter ci sono voluti ben sei anni (2003-2009) per raggiungere la soglia dei 50 milioni di utenti ma finalmente dal 2009, in un solo anno e mezzo, la cifra è raddoppiata. 22 Marzo 2011: il numero di utenti raggiunge il valore di 100 millioni (altro…)

Twitter 100%

mercoledì, febbraio 29th, 2012

©twitters
“ Breve come un SMS, veloce come una chat, potente come un blog: solo 140 caratteri per dire ciò che pensi a tutto il mondo a cui sei connesso.”
I numeri di twitter: 21 marzo 2006 Jack Dorsey (@jack) invia il primo Tweet e dopo tre anni due mesi e 1 giorno il numero totale di tweet raggiunge il miliardo. Ad oggi un miliardo sono i messaggi inviati in una settimana, 140 milioni i tweets inviati al giorno, 456 i tweets inviati per secondo (tps) il giorno della scomparsa di Micheal Jackson (25 Giugno 2009).
Dalla Casa Bianca alle star di Hollywood, dalle aziende internazionali alle PMI, Twitter fa parte delle abitudini di milioni di persone che accedono al servizio per comunicare e far sentire la propria voce. (altro…)

Egitto: segnali dal web

giovedì, maggio 19th, 2011

©figuresinred
18 gennaio 2011 Asmaa Mahfouz (Asmaa Mahfouz) pubblica su YOUTUBE e su FACEBOOK un video in cui chiede al popolo egiziano di scendere in Piazza Tahrir al Cairo il 25 gennaio per la difesa dei diritti umani contro il regime di Mubarak.
Nessuno si sarebbe potuto immaginare che l’evento sarebbe stato uno dei catalizzatori principali della rivolta egiziana: lo spazio web ha fornito le infrastrutture adatte alla diffusione dell’organizzazione anti-regime.
Il cyberspazio influenza sempre più il mondo fisico e strutture di cluster, come telecomix , hanno un ruolo sempre più determinante nel sostegno degli attivisti: già il 9 febbraio 1996 J.P.Barlow (Cyberspace Declaration) descriveva visionari scenari di indipendenza dello spazio internet dai poteri costituiti che oggi sono diventati realtà. (altro…)

La rivoluzione dell’iPod

giovedì, gennaio 20th, 2011

©iPod4
‘Ipod non rappresenta soltanto un lettore musicale ma bensì è l’artefice di una vera e propria rivoluzione del modo di concepire la musica.
La storia dell’Ipod ha inizio nel gennaio del 2001 quando dalle radici di napster nasce iTunes il primo jukebox digitale; e soltanto dopo qualche mese, precisamente nell’ottobre dello stesso anno, Steve Jobs presenta con la sua solita enfasi comunicativa l’Ipod. Dopo una lunga introduzione che ha tenuto tutti con il fiato sospeso, il genio della Apple tira fuori dalle tasche l’iPod un lettore musicale capace di contenere 1000 canzoni in formato pocket.
Non era sicuramente il momento propizio per uscire sul mercato: erano infatti appena state abbattute le torri gemelle; e non era sicuramente il migliore lettore musicale; ma la volontà di rendere semplice e affascinante l’ascolto della musica in digitale ha dato origine a una vera rivoluzione. (altro…)

“Fuga da San Remo”: ribellarsi all’egemonia sottoculturale

martedì, ottobre 19th, 2010

©gabibbopeople“L’egemonia è il controllo ideologico che le élite dominanti esercitano nei confronti delle classi inferiori, attraverso l’orientamento e il condizionamento delle credenze e della visione del mondo delle masse. Determinando e forgiando la “Weltanschauung [= visione del mondo] pop” (o “di massa”), si ottiene senza procedere alla coercizione o all’esibizione dei muscoli, ed evitando qualunque repressione violenta, la fiducia e la fedeltà del popolo, che introietta una serie di stili di vita e valori appositamente scodellati a uso e consumo (e soprattutto questo secondo, nella mass market society) degli interessi di chi comanda”. (altro…)

Cloud computing vs security

lunedì, giugno 28th, 2010

©cloud1“Uno dei più efficaci sistemi crittografici che va sotto il nome di PGP cade sotto i colpi del Brute Force“. Tutto merito del cloud computing che mette a disposizione di ogni utente una risorsa di calcolo che fino a poco tempo fa era prerogativa delle sole agenzie governative. Associare il termine di forza ad una nuvola sembra quasi una contraddizione, eppure c’entra, eccome se c’entra: infatti è proprio l’unione della tecnica di recovery password distribuita, unita alla potenza di calcolo della nuvola (cloud computing), a metter in ginocchio il benemerito algoritmo di Zimmermann (PGP). (altro…)

Plain Language

mercoledì, febbraio 10th, 2010

©plainlanguage
Lo sviluppo tecnologico necessita di un piano comunicativo nuovo che riesca a sopperire alle difficoltà del cliente ad assimilare le novità proposte dal mercato. L’esigenza di essere chiari e semplici dà vita al plain language, naturale evoluzione del plain english. Il linguaggio chiaro e coinciso ma prettamente testuale si arrichisce anche dei canali auditivi e visivi adattandosi perfettamente alle nuove tecnologie del web 2.0 e degli UGC (youtube, flick, etc). (altro…)


facebook like