Posts Tagged ‘Donne’

Costrizioni corporee

lunedì, luglio 27th, 2015

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“La vedova indiana porta il segno di una violenta non accettazione sociale. O viene distrutta nel corpo e nell’anima o decide di sacrificare il proprio corpo.”
Culture antiche o recenti, di ogni angolo del pianeta, hanno sviluppato i più ingegnosi metodi per regolamentare la vita quotidiana, gli eventi solenni, i reati, le classi, le caste di appartenenza. Il controllo sociale è stato spesso esercitato direttamente sul corpo fisico delle genti a loro soggette, infierendo particolarmente sulle donne.
Per assicurare il consenso era necessario incorporare queste normative nel tessuto tradizionale, culturale e soprattutto religioso delle comunità, ma per garantirne l’efficacia non c’era niente di meglio che imprimerle sulla pelle stessa delle persone, agendo sul loro aspetto, sulla loro sensibilità, sul dolore, segregando, torturando… Leggendo come venivano accettate certe pratiche, si rimane sgomenti di fronte a quelle che oggi appaiono come assurdità, quando non autentici orrori.

(altro…)

Backlash all’italiana: la cultura politica conservatrice contro le donne

domenica, febbraio 9th, 2014

butterfly

“Si tratta dunque di un neoconservatismo rancoroso, tradizionalista e un po’ nostalgico dell’Italietta passata, quando le donne stavano al loro posto, a cui corrisponde una cultura popolare diventata egemone grazie al sistema mediatico, in particolare alla televisione, che tanto contribuisce nella società italiana, a formare un senso comune condiviso. Anche se non sono prodotti da un “segreto concilio” che coordina tutto, rappresentazioni mediatiche e discorsi politici finiscono per apparire ai più come un insieme coerente, coincidente con la cultura popolare italiana: si afferma così un tipo di senso comune e si attuano pratiche sociali che hanno al tempo stesso un profondo significato politico e influenzano la vita quotidiana, nonché le minds – nel senso dello spirit dell’atteggiamento – delle donne (e degli uomini) italiani. E la influenzano in maniera considerevole, in ogni momento della vita quotidiana, nelle mille ingiustizie che le donne subiscono da parte di compagni violenti, giudici borbonici (ricordate la sentenza dello stupro della ragazza che portava i jeans?), datori di lavoro sfruttatori.” (altro…)

Donne e politica in Italia

lunedì, dicembre 9th, 2013

buildupyourdoll rid

“Con il sexygate si è fatta più visibile agli occhi dell’opinione pubblica una fetta, difficilmente quantificabile di giovani donne, sicuramente figlie di quell’immaginario [televisivo, ben espresso dalle figure delle veline], che hanno sviluppato un’idea “imprenditoriale” del proprio corpo e della propria capacità seduttiva, trovando terreno fertile in un paese che conserva ancora tratti evidenti di maschilismo e che ha di certo un ritardo nell’accettare, dal punto di vista concettuale quanto concreto, l’idea delle pari opportunità e della pari dignità tra uomini e donne.” (altro…)

Valorizzare le donne conviene

sabato, novembre 9th, 2013

©redholes“Valorizzare il lavoro delle donne fuori casa è un obiettivo cruciale oggi in Italia perché corrisponde non solo a principi di equità, ma anche di efficienza economica. Ridurre il divario nei tassi di attività tra uomini e donne è un’esigenza coerente con i principi di eguaglianza di genere, di pari opportunità e di giustizia sociale. Le giovani donne italiane hanno ormai un livello di istruzione addirittura più elevato di quello dei loro coetanei maschi e hanno quindi il diritto di realizzarsi nel lavoro e nella carriera al pari degli uomini. Ma, non meno importante, se le donne investono in capitale umano quanto gli uomini, la bassa partecipazione delle donne al mercato del lavoro implica uno spreco di quei talenti femminili in cui le famiglie e le istituzioni pubbliche hanno investito, con una conseguente perdita per l’economia.” (altro…)

Una carriera politica esemplare: Tina Anselmi dalla Resistenza alla contro la P2

giovedì, ottobre 10th, 2013

woodpattern

“La nostra storia di italiani ci dovrebbe insegnare che la democrazia è un bene delicato, fragile, deperibile, una pianta che attecchisce solo in certi terreni, precedentemente concimati. E concimati attraverso l’assunzione di responsabilità di tutto un popolo. Ci potrebbe far riflettere sul fatto che la democrazia non è solo libere elezioni – quanto libere? -, non è soltanto progresso economico – quale progresso e per chi? È giustizia. È rispetto della dignità umana, dei diritti delle donne. È tranquilità per i vecchi e speranza per i figli. È pace.” (altro…)

Media e genere: modelli e stereotipi nella costruzione dell’identità femminile maschile

martedì, luglio 9th, 2013

shopwindow

“Gli uomini agiscono e le donne appaiono. Gli uomini guardano le donne. Le donne osservano se stesse essere guardate. Ciò determina non soltanto il grosso dei rapporti tra uomini e donne, ma anche il rapporto delle donne con loro stesse. Il sorvegliante che la donna ha dentro di sé è maschio, il sorvegliato femmina. Ecco dunque che ella si trasforma in oggetto, e più precisamente in oggetto di visione: in veduta.” (citato a p. 77, J. Berger, Questione di sguardi, Milano 1998, p. 49) (altro…)

La clessidra della vita

lunedì, aprile 29th, 2013

marcia

Rita Levi-Montalcini è stata una delle figure più significative della storia contemporanea italiana. Le sue conoscenze, le sue idee e i suoi interventi in favore dei bisognosi hanno rappresentato un esempio per molti, che resta vivo ancora oggi, anche dopo la sua recente morte. Appartenente ad una facoltosa famiglia di Ebrei torinesi, la Montalcini si laurea in medicina nel 1936, due anni prima della promulgazione delle Leggi razziali contro i cittadini italiani di religione israelita. Dopo la Guerra, scampata fortunosamente alle retate dei nazifascisti, si trasferisce negli Stati Uniti, dove prosegue gli studi sul sistema nervoso e dove, nel 1952, identifica il cosiddetto fattore di crescita delle cellule nervose: questa scoperta le frutterà il Premio Nobel per la medicina nel 1986. (altro…)

La violenza contro le donne e l’emancipazione dell’Italia

martedì, aprile 9th, 2013

intercultura

“Nei confronti delle donne c’è in Italia una violenza endemica così diffusa e così importante nei numeri che scavalca il confine delle case, delle singole storie di coppie, per diventare un tratto della nostra cultura. Non un episodio, non l’epilogo estremo di una storia personale, bensì un segno di arretratezza, non solo culturale, ma persino antropologica, che attraversa una parte grande del paese e con cui dobbiamo fare i conti: l’Italia, molto brutalmente, è il paese dove il 30 per cento delle donne ha subito violenza, e i numeri si declinano in milioni.” (altro…)

Il corpo delle donne

domenica, gennaio 20th, 2013

©intothemagazine1“I pericoli derivanti da un quasi monopolio televisivo che trasmette programmi in molti casi inutili o peggio, dannosi non sono stati valutati correttamente il risultato è sotto i nostri occhi: da venticinque anni, la maggior parte delle persone guarda quelle tramissioni rinunciando a essere attrice della propria vita, cedendola in gestione alla tv; in cambio, ne riceve intrattenimento a basso costo. Un paese drogato da una proposta mediatica di sesso a buon mercato, da notizie piccanti a tutte le ore che impediscono di prendere coscienza, di innalzare il livello di consapevolezza su cosa conta veramente nella vita.” (altro…)

Orientamento 2013 – Le donne e i loro diritti come fulcro di una nuova ‘resistenza’ civile

mercoledì, gennaio 9th, 2013

©thetwomarianneDurante l’anno appena trascorso ha assunto un rilievo maggiore che in precedenza la questione della violenza perpetrata nei confronti delle donne, in particolare quella omicida. Non si tratta in realtà della comparsa di un nuovo problema, ma dell’emergere e del definirsi di uno vecchio. Al di là della rappresentazione ‘morbosa’ di una certa cronaca giornalistica – che pure sarebbe un fatto culturale da approfondire –, preme qui mettere in evidenza l’urto di questo fenomeno con una sensibilità diffusa, che ritiene ormai inaccettabile le forme di violenza fisica (e non solo tale, si pensi allo ‘stalking’) compiute contro le donne, tanto più quelle commesse entro le mura domestiche. (altro…)


facebook like